TIN_home - Neo-n Neonati a Rischio Novara Onlus

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ciao!

Ti diamo il Benvenuto nel
reparto di Terapia Intensiva Neonatale (TIN)
dell'Ospedale Maggiore della Carità di Novara.
Qui troverai tutte le informazioni tecniche
sul reparto e sull'equipe medica.

Buona navigazione!

CLICCA QUI PER ENTRARE

    
Il neonato pretermine interrompe il suo sviluppo neuromotorio lasciando l’ambiente uterino per continuarlo nell’ambiente “artificiale” della Terapia Intensiva Neonatale”. - spiega la dottoressa Ferrero – “Negli ultimi anni si è compresa meglio l’importanza di “cure” centrate sulle esigenze del neonato prematuro e sul ruolo determinante della famiglia, ma anche di come debbano essere gli spazi riservati ai piccoli e piccolissimi neonati, migliorando l’architettura, lo studio dei materiali costruttivi e cercando di adeguare la tecnologia a questo mondo speciale.

L’assistenza specialistica necessaria alla sopravvivenza di questi piccolissimi pazienti richiede l’utilizzo di apparecchiature sofisticate che sempre più si perfezionano allo scopo di accudire al meglio questi bimbi, riducendo lo stress, i rumori forti, le innumerevoli procedure e manipolazioni a cui è sottoposto il neonato, tutti fattori che ne condizionano il comportamento ed incidono sul suo sviluppo.

È’ compito degli operatori nel loro insieme creare e mantenere l’adeguatezza di questo ambiente, migliorando ed “umanizzando” la qualità della permanenza del neonato nella TIN affinché le condizioni del suo sviluppo neuropsicomotorio siano garantite al meglio.

I locali del nuovo reparto di Terapia intensiva neonatale dell’ospedale Maggiore di Novara, inaugurato nella scorsa primavera, cercano di soddisfare al meglio queste esigenze: gli spazi ampi, luminosi e allegri permettono ai genitori di stare vicino ai loro bimbi, favorendo quel contatto che è sempre auspicabile per il benessere sia della mamma che del bambino. Ai medici e alle infermiere si affiancano i volontari dell’Associazione NEO-N (Neonati a rischio -Novara) che aiutano le mamme in difficoltà offrendo loro un fattivo supporto”.

“Nel 2014 sono già stati ricoverati nella Terapia Intensiva di Novara più di 100 neonati prematuri, e di questi ben 36 sono di peso molto basso, inferiore a 1500 grammi. Il più piccolo pesava 590 grammi ed era lungo 30 cm.” – continua Ferrero – “Quasi contemporaneamente sono nati 2 gemelli di 24 settimane di gestazione e 3 gemelli di 28 settimane: tutti e 5 adesso hanno circa 3 mesi e sono in buone condizioni di salute”.

Torna ai contenuti | Torna al menu