Nuovo_Obiettivo_2016_ProntoSoccorso - Neo-n Neonati a Rischio Novara Onlus

Vai ai contenuti

Menu principale:

NEWS ARTICOLI EVENTI CALENDARIO IN HOMEPAGE > 2016

NUOVO IMPORTANTE OBIETTIVO 2016

Novara, 23 febbraio 2016
Questo il nuovo importante obiettivo di NEO-N per il 2016: allestire nel reparto di Terapia Intensiva Neonatale una camera dove praticare le prime cure d'emergenza quando un neonato (o un lattante fino a 1 anno) accede dal Pronto Soccorso: incannulamento, intubazione, sostegno delle funzioni vitali. Fino ad adesso queste pratiche vengono svolte nel Pronto Soccorso, luogo non idoneo per bambini con determinate problematiche.

Attualmente nel Reparto di Terapia Intensiva Neonatale Pediatrica non esiste un’area dedicata al primo soccorso di quei pazienti (neonati e lattanti) che accedono al Pronto Soccorso pediatrico e che, per la gravità delle loro condizioni, richiedono l’immediato intervento dell’equipe di medici e infermiere esperti nella rianimazione infantile. Infatti in tali occasioni un medico e un’infermiera del nostro reparto corrono in Pronto Soccorso e lì prestano le prime cure intensive al bambino: questi interventi a volte richiedono più di un’ora, talvolta anche due ore, la Terapia Intensiva rimane senza medico e senza un’infermiera, il Pronto Soccorso viene bloccato e tutti i presidi e il materiale necessario vengono presi dal nostro reparto con necessità di spostamenti continui del personale.

Tra l’altro un Pronto Soccorso per sua tipologia non è in ogni caso adatto a trattamenti prolungati dei neonati (come gli incannulamenti venosi che possono richiedere tempi molto lunghi), non disponendo di un lettino riscaldato.

L’allestimento di una postazione di emergenza all’interno del Reparto di Terapia Intensiva Neonatale e Pediatrica si rivela cruciale per ottimizzare l’iniziale assistenza ai pazienti gravi che frequentemente accedono al Pronto Soccorso per diverse patologie: infezioni gravi o setticemie, meningiti, disidratazioni, insufficienza respiratoria da polmoniti o bronchioliti, crisi convulsive, problemi cardiocircolatori, patologie addominali acute con perforazione intestinale o peritonite, ecc

All’entrata del nostro reparto, quindi molto vicina ai locali di Pronto Soccorso ma prima dell’area intensiva, vi è una stanza che dispone degli attacchi a muro per ossigeno, aria e aspirazione, che ben può adattarsi a questo scopo.

Qui sarebbe possibile creare un’area perfettamente funzionale che richiede:

  1. un lettino riscaldato adatto a neonati e lattanti con fonte di luce integrata
  2. un monitor multiparametrico
  3. un sistema ad alti flussi di Ossigeno/Aria
  4. una sonda ecografica portatile per l’incannulamento dei vasi
  5. un sistema di monitoraggio non invasivo del sistema cardiovascolare (portata cardiaca, riempimento vascolare, resistenze periferiche) essenziale in tutti i casi di shock"

Grazie a tutti coloro che ci aiuteranno a realizzare il progetto.

Grazie ai sempre numerosi sostenitori di Neo-n

Staff NEO-N NEONATI a RISCHIO

Torna ai contenuti | Torna al menu